Ciao mondo, dall’ombelico del mondo

Probabilmente “Ciao Mondo”, sia in italiano che nell’accezione inglese “Hello World”, è la mia mia stringa preferita per il debugging “artigianale”.

Da circa 7 mesi a questa parte, questa stringa pare sia carica ancor più di significato, dal momento in cui viene sentita, codificata e “sbattuta” su standard output proprio dall’ombelico del mondo, dalla Guinea, precisamente dalla solare cittadina di Kankan.

Caldo, piogge tropicali, zanzare, scarsa varietà di cibo e una montagna infinita di umanità hanno fatto di me un “tubabu” (uomo bianco, in Malinkè) freelancer cittadino del mondo.

Home Office @Kankan
Home Office @Kankan

 

 

 

 

 

 

from termcolor import cprint
cprint('ciao mondo, dall\'ombelico del mondo', 'yellow')

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *